Tuia: cure autunnali

Tuia

Autunno e primavera sono le stagioni migliori per mettere a dimora una tuia. In autunno scegliete un momento in cui non ci sia eccessiva umidità e fate attenzione a che non sia ancora arrivato il gelo. Se le condizioni climatiche non sono propizie, meglio attendere. La tuia soffrirà meno in vaso: tenetela in luogo riparato e con le radici umide in attesa del trapianto.

Tuia: cure estive

Autunno e primavera sarebbero le stagioni migliori per mettere a dimora una tuia, ma volendo si può tentare anche una messa a dimora estiva, utilizzando alcuni accorgimenti, come la messa in ammollo della pianta e il riempire la buca d’acqua più volte prima di procedere. Sconsiglierei comunque qualsiasi trapianto nei giorni più caldi dell’anno.

Una leggera spuntatura può essere effettuata in primavera o a fine estate, con molta cautela: i rami legnosi, come in tutte le conifere, potrebbero non produrre più getti e una potatura effettuata nel modo sbagliato può danneggiare irrimediabilmente la pianta.

Tuia: cure primaverili

 

Autunno e primavera sono le stagioni migliori per mettere a dimora una tuia. In primavera, pacciamate. Una leggera spuntatina può essere effettuata in primavera o a fine estate, con molta cautela: i rami legnosi, come in tutte le conifere, potrebbero non produrre più getti e una potatura effettuata nel modo sbagliato può danneggiare irrimediabilmente la pianta. Nel dubbio, meglio evitare o rivolgersi a un professionista.