Come accudire il timo in autunno

Thymus citriodorus

Il timo è una pianta molto rustica. L’unica cura di cui necessita in autunno e in inverno è la rimozione delle foglie morte.

Un metodo per moltiplicare (e ringiovanire) le vostre piante di timo se sono diventate troppo legnose e vuote alla base è l’interramento (in primavera)  della parte legnosa, poi tenuta umida per tutta l’estate. Se avete utilizzato questa tecnica, in autunno separate dalla pianta madre i rametti che hanno radicato e piantateli altrove.

Come accudire il timo in estate

 

Il periodo giusto per piantare del timo è fra primavera e inizio estate.

Il timo può essere coltivato sia in terra piena che in vaso.

Nei periodi molto siccitosi, curate bene le annaffiature delle piantine più giovani. Al termine della fioritura, potate le vostre piante di timo e raccogliete ed essiccate i rametti che userete in cucina (per effettuare questo lavoro, scegliete una giornata calda e asciutta e  mettete a essiccare i rametti in un luogo arieggiato, al riparo dalla luce, senza lavarli prima). Sempre dopo la fioritura, potete moltiplicare le vostre piante adulte sterrandole e dividendole. Attenzione: è un’operazione che richiede molta cautela!

Come accudire il timo in primavera

Il periodo giusto per piantare del timo è la primavera / inizio estate. Potete coltivarlo sia in terra piena che in vaso.

In primavera controllate le vostre piante di timo alla ricerca di eventuali propaggini con radici che possono essere separate dalla pianta madre e piantate altrove.

Un altro metodo per moltiplicare (e ringiovanire) le vostre piante di timo se sono diventate troppo legnose e vuote alla base è l’interramento (in primavera)  della parte legnosa che andrà tenuta umida per tutta l’estate: in autunno i rametti che avranno radicato potranno essere separati dalla pianta madre e piantati altrove.