Piselli: promemoria lavori invernali
Feb18

Piselli: promemoria lavori invernali

Nelle regioni più miti durante la seconda metà di febbraio piselli e fave sono già in piena crescita, ma se vivete al Nord è l’epoca della semina.

A febbraio usate della cenere di legna per concimare piselli e fave in fase di crescita. La cenere è ottima perché ricca di potassio!

Read More

Riso alla canton viola (con carote nere e piselli)

Riso alla canton viola (con carote nere e piselli)

Dopo quasi tre mesi di assenza… eccomi con una delle mie trovate strampalate: il riso alla canton viola (che quello alla cantonese ormai è superato).

Leggero, vegetariano e facile. Come sapore ricorda il riso alla cantonese, anche se il colore è decisamente originale.

Difficoltà: facile, solo un po’ più lunga di un normale risotto

Tempo: 45’ circa

Stagione consigliata

Le carote si trovano tutto l’anno, ma se volete usare pisellini freschi di stagione vi converrà preparare questa ricetta fra aprile e luglio. I piselli sono comunque ottimi anche surgelati, soprattutto quelli novelli, piccoli e croccanti. L’importante, nel caso scegliate i piselli freschi, è che freschi lo siano veramente, altrimenti questa ricetta non verrà bene: i piselli andranno fatti saltare abbrustolendoli, dunque devono essere sodi e croccanti. Assolutamente non vecchi e coriacei.

Ingredienti per 4 persone:

Riso integrale parboiled a cottura veloce (10’): 240g

3 o 4 carote nere. Peso delle carote pulite: circa 250g

Piselli 150 g

35g burro (o olio se preferite)

2 uova

Preparato per brodo vegetale / dado vegetale (io uso quello fatto in casa)

Acqua

Sale

Olio

NB: per questa ricetta utilizzate solo tegami antiaderenti, perché in alcune fasi dovrete utilizzarli a mo’ di piastra.

Preparazione:

Pulite e tagliate a minuscoli dadini le carote nere, quindi fate sciogliere il burro, aggiungete le carote nere e un quarto di litro di acqua e fate cuocere a fuoco basso per 10 minuti.

In un piccolo tegame antiaderente preparate una frittatina senza condimento, usando il tegame come se fosse una piastra. Fate abbrustolire leggermente la frittatina (senza annerirla!!!), quindi spegnete.

Tagliate la frittatina in piccoli quadratini.

Fate scaldare un filo (poco!) di olio. Mettete i piselli nell’olio ben caldo e fateli cuocere a fiamma allegra finché non saranno leggermente abbrustoliti (attenzione a non esagerare). Spegnete e tenete da parte.

Quando le carote saranno cotte, aggiungete ad esse il riso. Nel frattempo mettete a bollire un litro d’acqua che aggiungerete man mano al riso in cottura. Aggiungete alle carote e al riso anche del preparato per brodo vegetale (io uso il mio dado vegetale fatto in casa). Se necessario aggiungete anche del sale.

Quando mancheranno circa due minuti alla fine della cottura del riso, aggiungete i piselli e la frittatina. Fate cuocere finché il riso non sarà asciutto, quindi alzate bene la fiamma e usate la padella a mo’ di piastra. Fate saltare un po’ il riso prima di servire: in questo modo prenderà un sapore molto caratteristico.

Read More

Polpette di quinoa e verdure con salsa al curry

Stagione

Consiglio di preparare questa ricetta attorno a maggio/giugno, in modo da utilizzare verdure freschissime di stagione. Si tratta comunque di una preparazione adatta anche a tutto il periodo estivo.

Tempo occorrente: 1h circa

Ingredienti (dosi per 6 porzioni)

  • Cipollotti freschi: 250 g
  • Carote fresche: 200 g
  • Piselli freschi sgranati: 250 g
  • Quinoa: 200 g
  • 4 uova
  • Parmigiano grattugiato: 40 g
  • Pangrattato
  • Salsa curry (la trovate già pronta in commercio)
  • Latte (un goccio)
  • Sale
  • Pepe
  • Timo
  • Un dado vegetale
  • Olio

Preparazione

Tagliate i cipollotti a strisce larghe e riducete le carote a piccoli dadini. Sgranate i piselli e grattugiate 40 g di parmigiano. Tenete tutto a portata di mano.

Fate tostare la quinoa in un po’ di olio con un dado vegetale, quindi aggiungete dell’acqua e continuate la cottura mescolando.  La quinoa dovrà cuocere in totale per 15 minuti circa, durante i quali aggiungerete gli altri ingredienti.

Dopo qualche minuto, aggiungete i cipollotti e le carote. Durante la cottura aggiungete altra acqua se necessario, man mano che la stessa viene assorbita dalla quinoa (la cottura è simile a quella di un risotto).

Cinque minuti dopo la prima aggiunta di acqua (dunque a circa dieci minuti dalla fine della cottura), aggiungete i piselli. Coprite con un coperchio e mescolate di tanto in tanto, sempre controllando se serve altra acqua.

A parte, preparate due uova strapazzate con un goccio di latte, sale e pepe.

Quando la quinoa sarà cotta, toglietela dal fuoco e versatela in un’insalatiera. Aggiungete le uova strapazzate, un pizzico di timo, il parmigiano e mescolate il tutto.

Lasciate raffreddare, assaggiate e, se necessario, correggete la salatura, quindi, quando il composto non sarà più tanto caldo da rischiare di cuocerle, aggiungete le altre due uova e amalgamate bene il tutto. Nel frattempo, accendete il forno a 200 gradi.

Formate delle palline che farete passare nel pangrattato (se il composto è troppo liquido per essere modellato, aggiungete un pochino di pangrattato anche in esso e miscelate bene prima di formare le palline).

Cuocete a 200 gradi finché le polpettine non saranno ben dorate.

Servite accompagnando con della salsa curry!

Read More