La passiflora: come accudire il fiore della passione in autunno

In estate la passiflora dà il meglio di sé con i suoi incredibili fiori che possono continuare a stupirci fino a settembre. Non solo: a fine estate o in autunno, se l’annata è calda, la pianta si riempie di frutti, anch’essi decorativi e in alcune varietà commestibili. Si tratta di una pianta magica e incantevole! Abbiamo visto come accudirla in primavera, estate e in inverno. Vediamo ora come accudirla in autunno.

Al termine della fioritura, effettuate una leggera potatura di riordino della chioma. Pacciamate per proteggere le radici dal freddo imminente. La passiflora è una pianta semirustica, che può restare all’aperto solo finché le temperature non scendono sotto una certa soglia (solitamente tollera temperature fino a -5 °C). Le varietà più delicate sono quelle con grandi fiori colorati. La pianta va ritirata ai primi freddi. Già alla fine di settembre conviene spostare la pianta in un ambiente tiepido (attorno ai 5 °C). Se la pianta è in piena terra, provvedete a proteggerla il più possibile e assicuratevi che la terra sia asciutta e drenata. Se possibile, potete invasare le piante per l’inverno lasciando solo 1/2 metri di steli con foglie.

passiflora

Precedente Caprifoglio dei boschi: cure autunnali Successivo Piracanta: come accudirla in autunno