Massinigo: la fornace romana… che non c’è?

Spesso su Il Tempo Giusto racconto i miei vagabondaggi, descrivendovi i luoghi che ho visitato. Oggi mio malgrado mi trovo a parlare di un luogo che non sono riuscita a visitare.

Pare che a Massinigo, nell’Oltrepo Pavese, esista una Fornace Romana risalente al III secolo a.C. e perfettamente conservata, molto interessante da vedere proprio per il suo eccellente stato di conservazione, a patto di riuscire a trovarla!!!

A fine luglio io e il mio uomo ci siamo avventurati alla ricerca di questa fornace…

Ci troviamo in quei giorni al Camping Alta Valle Staffora (consigliatissimo!),  nelle vicinanze del quale ci sono tanti bei luoghi da visitare, fra i quali anche questa misteriosa fornace. Partiti per una gita, gironzoliamo beatamente per le bellissime colline fino ad arrivare in prossimità di Massinigo. Nessun cartello pare indicare chiaramente dove si trovi la fornace: solo lungo la strada ce n’è uno, che indica di fatto la direzione in cui si trova il paese; poi più niente Niente targhe, niente indicazioni specifiche (ci chiediamo perfino se non  ce ne sia qualcuna nascosta dalla vegetazione). La cosa non ci scoraggia: è purtroppo una triste consuetudine tutta italiana quella di non valorizzare il patrimonio storico, spesso non sforzandosi nemmeno di piantare un cartello. Per niente stupiti, proseguiamo in cerca di qualche indicazione.

Ci guardiamo un po’ attorno, quindi decidiamo di attraversare il paese (se una fornace esiste, dovremmo trovarla, o incontrare qualcuno cui chiedere o quantomeno un indizio da qualche parte). Il paese è ormai passato (si tratta di un centro abitato molto piccolo) quando incontriamo un anziano signore con un trattore che ci spiega gentilmente che dobbiamo tornare indietro e seguire una freccia sull’asfalto. Devo ammettere che non ci era proprio venuto in mente, nel nostro cercar cartelli, di prestare attenzione a eventuali segni sull’asfalto! Tornati indietro, troviamo in effetti una freccia bianca dipinta a mano sulla strada, con una scritta che indica la fornace.

Massinigo: la fornace romana... che non c'è???

La freccia indica a destra, così ci incamminiamo in quella direzione, ma tutto ciò che troviamo sono sterpaglie. I cespugli diventano sempre più alti, fino a essere difficili da attraversare. Con la nostra consueta abitudine a non arrenderci, proseguiamo fra ostacoli vari senza riuscire a vedere niente, fino a raggiungere un campo incolto la cui erba ci arriva fin sopra la vita. Proviamo a camminare un po’ ma l’erba è talmente alta da rendere difficile non inciampare. Con tutta quella vegetazione non si vede proprio niente!

Torniamo sui nostri passi: forse ci siamo passati davanti senza vederla? Osserviamo gli edifici circostanti, in cerca (ancora una volta) di un qualche indizio, una targa, un’indicazione… Niente. Se la fornace esiste è proprio ben nascosta e in giro non c’è anima viva a cui chiedere. Rientriamo nostro malgrado senza aver visto nulla.

Massinigo: la fornace romana... che non c'è???

Tornati a casa, faccio un po’ di ricerche e mi imbatto in questo video su YouTube: Fornace romana del I°sec. d.C. Massinigo (PV) ItaliaE’ una magra consolazione scoprire che non era effettivamente così facile trovarla! Se avessimo bussato a qualche porta forse anche noi saremmo riusciti quantomeno a localizzare la fornace, ma non saremmo comunque potuti entrare a visitarla. Come spesso accade, l’Italia dorme sulle proprie ricchezze.

Fortunatamente i posti da vedere non sono tutti così e le altre tappe (che vi racconterò!) ci riserveranno piacevoli sorprese.

// <![CDATA[
var uri = 'http://impit.tradedoubler.com/imp?type(img)g(22807678)a(2509437)' + new String (Math.random()).substring (2, 11);
document.write('‘);
// ]]>

Precedente Fortunago: il borgo che merita la propria bellezza Successivo “Pizza” di sfoglia con pomodorini

2 commenti su “Massinigo: la fornace romana… che non c’è?

    • Il Tempo Giusto il said:

      Anche un bambino riuscirebbe a scrivere un commento rispettoso e intelligente. Eppure non tutti ci riescono. 🙂
      Non so quale sia la situazione oggi e sarei molto molto lieta di scoprire che la fornace è oggi facile da trovare, ben segnalata e accessibile come sembrerebbe suggerire il tuo gentile commento. (Nel caso saremmo felici di tornare per visitarla).
      Posso dirti che all’epoca dell’articolo la fornace era inaccessibile e non segnalata e che non siamo stati gli unici a non riuscire a capire dove si trovasse. Forse la cosa può apparire strana a chi è della zona (è facile trovare qualcosa se sai dove si trova), ma per una persona che arriva da fuori è difficile indovinare dove si trovi un sito non segnalato, nascosto in un edificio chiuso e seminterrato, senza orari di apertura esposti e nascosto da erbacce altissime. 🙂

I commenti sono chiusi.