Ligustro: cure primaverili

I momenti migliori per la messa a dimora del ligustro sono metà autunno e inizio primavera.

Il ligustro può essere coltivato in forma libera o con arte topiaria. Se desiderate una siepe fitta,  il momento giusto per iniziare a potarlo è a metà primavera, dopo la messa a dimora. La potatura va ripetuta ogni primavera (fine primavera) e fine estate o in autunno. Le tecniche di potatura variano secondo l’età della pianta, le sue condizioni e il risultato desiderato. Il ligustro fiorisce fra maggio e giugno. Se desiderate godervi la fioritura, saltate la potatura primaverile: essa è adatta ad ottenere siepi formali ben fitte, ma fa perdere la fioritura alla pianta!

In primavera, concimate, pacciamate e estirpate le erbacce alla base della pianta. Curate bene l’irrigazione.

Precedente Viburno plissettato: cure primaverili Successivo Il pancuscino, pane integrale o bianco soffice e facile da preparare.