Ligustro: cure estive

Il ligustro può essere coltivato in forma libera o con arte topiaria. Se desiderate una siepe fitta,  la potatura va ripetuta ogni primavera e fine estate o in autunno. Le tecniche di potatura variano secondo l’età della pianta, le sue condizioni e il risultato desiderato. Se avete deciso di saltare la potatura primaverile per non perdere la fioritura, a fine primavera / inizio estate il vostro ligustro sarà pieno di fiorellini.

A fine estate, il ligustro può essere moltiplicato tramite talea legnosa. La talea radicherà nel giro di un anno circa.

Precedente Viburno plissettato: cure estive Successivo Caprifoglio invernale (Lonicera x purpusii): cure estive