Gelsomini: cure autunnali

Dei gelsomini ho già parlato in vari articoli, spiegandovi come prendervene cura in primavera, in estate e in inverno. Vi ho anche mostrato un esempio di giardino a bassa manutenzione con laghetto e gelsomino. Oggi però voglio spiegarvi come accudire questa pianta in autunno, secondo il tipo di gelsomino in vostro possesso!

Gelsomino bianco estivo (jasminum officinale)

A settembre è ormai al termine la fioritura del gelsomino bianco. Questo (oppure la tarda primavera, passati gli ultimi geli) è il periodo giusto per la messa a dimora, dunque se non avete gelsomini bianchi e ne vorreste ora potete correre a procurarveli! Chi ha già dei gelsomini bianchi, invece, si ricordi in autunno di  riordinare i rami scomposti.

gelsomino

Gelsomino invernale (jasminum nudiflorum, noto come “gelsomino di San Giuseppe”)

Se avete un jasminum nudiflorum o gelsomino invernale, in autunno potete divertirvi a moltiplicarlo per propaggine, separando dalla pianta madre quei rami che, toccando terra, hanno emesso delle radici. L’autunno è il momento giusto anche per rinvasare le talee ricavate in primavera che hanno radicato. Le stagioni migliori per la messa a dimora di nuove piante sono primavera e autunno, dunque, anche in questo caso, se ne vorreste uno potete rimediare ora.

Precedente Pachisandra: promemoria cure autunnali! Successivo Glicine: cure autunnali