Erica: cure primaverili

All’inizio della primavera, finiti i geli, rimuovete solo le parti morte o danneggiate: solo dopo la fioritura effettuate la potatura vera e propria. All’inizio della primavera, al massimo, cimate eliminando i fiori appassiti e riordinando l’aspetto.

Quando la crescita sarà ricominciata, concimate.

La primavera e la fine dell’estate sono i periodi migliori per piantare delle eriche. A marzo, a fioritura ultimata, potete effettuare i vostri trapianti. Fate attenzione ai ristagni, soprattutto in questa stagione: l’erica soffre tantissimo i ristagni d’acqua.

Eriche

Precedente Eleagno: cure primaverili Successivo Come coltivare l'anguria